Consigli

Gioielli tipi e modelli di collane: come si chiamano e come si portano.

Collane lunghe, torchon, le Chanel, quanti sono i tipi di collane in oro argento e bigiotteria? Tante. Ecco una guida per conoscere  tutti i tipi di collane da scegliere per ogni occasione

elie-saab-collana-bigiotteria-inverno-2017

Con i gioielli, si sa, la creatività non ha limiti. I modelli di collane sono talmente vari che talvolta è difficile riconoscerli. Ma ecco una guida per imparare a distinguerli l’uno dall’altro, così da sapere come e quando indossarli con l’abito adatto

Girocollo

La collana girocollo è garanzia di eleganza se si vuole indossare un abito senza maniche con le spalle scoperte. La lunghezza non va oltre i 40 centimetri e, proprio come dice il nome, fascia il collo in maniera morbida e raffinata, senza condurre lo sguardo direttamente alla scollatura, ma concentrandosi invece sulle linee del collo stesso e del manubrio dello sterno. Il girocollo si abbina agli abiti lunghi.

Collarino

Un po’ più stretto del girocollo, il collarino aderisce perfettamente al collo. Si riconosce perché può essere piuttosto largo, anche più di un paio di centimetri. Il collarino, che può essere decorato con pietre e brillanti come ha scelto Dior nella sua linea accessori invernali, oppure rimanere su toni neutrali, si abbina bene con corpetti, scollature tonde e in generale con abiti con bretelle.

Collana matineée

La collana matinée si porta facilmente ed ha una lunghezza intorno ai 50 cm adattabile ad ogni mise. Proprio come suggerisce il nome, la collana matinée è l’ideale per il giorno, pur rimanendo un accessorio elegante anche per le occasioni più formali.

Collana opéra

La collana opéra affonda le sue radici nell’800, quando gli aristocratici si recavano a teatro a vedere, appunto, l’opera. Come oggi, anche un tempo andare a teatro significava fare sfoggio dei propri preziosi. Così è nata la collana opéra, che si caratterizza per una lunghezza che va tra i 70 e 90 cm. Oggi può essere portata anche in occasioni meno formali perché, essendo piuttosto lunga, lascia spazio alla creatività: per sdrammatizzarla può essere abbinata ad altri tipi di collane, oppure annodata su se stessa o molto altro ancora.

Collana lunga

120 cm per la collana lunga, che più della collana Opéra si presta alle tenute da giorno. Può essere attorcigliata a più riprese, accorciandone la lunghezza, oppure essere lasciata a penzolare, magari sopra una maglietta aderente. Eleganza assicurata anche per le ore in ufficio.  E per l’estate invece si può abbinare con abiti lunghi e facili.

Collana a rosario

Con la collana a rosario si intendono tutti i tipi di collane con la forma tipicamente a Y. La collana infatti si congiunge in un punto, per poi continuare con una catenella singola che termina con un ciondolo.

Collana plastron

Molto di moda tra le ragazze giovani, la plastron è costituita da una un intrico di pietre, oppure tessuti, o ancora strass o pendenti che ricoprono generalmente gran parte del decolléte. Sono piuttosto pesanti e appariscenti, e si abbinano bene con abiti minimal e sobri, proprio perché diventano, in queste tenute, un elemento di rottura.

Collana graduata

Dal gusto un po’ vintage, la collana graduata è fatta di perle che aumentano gradualmente di dimensione. Non è molto lunga e si adagia sul decolléte per un effetto davvero magico. E’ l’ideale per chi ama l’eleganza classica e senza tempo.

Collana a torchon

La collana a torchon, in italiano a torciglione, è un tipo di collana molto easy, che può comunque essere indossata anche in contesti importanti. Siccome per torciglione si intende solo il concetto di più maglie attorcigliate, sono diversi i materiali che si possono utilizzare per realizzare questo tipo di collana. Da fili d’oro o d’argento, a tessuti o ancora perline, per un effetto che può andare dallo chic estremo all’etnico meno impegnativo.

Collana rigida

La collana rigida è costituita da un’unica componente fissa che si porta senza ganci posteriori. Non particolarmente comoda, la collana rigida è comunque d’effetto proprio per il suo design sobrio e minimale. Può essere di metallo oppure di materiali preziosi. Se ha uno stile minimal si può indossare di giorno, altrimenti sotto un tailleur, mentre se è arricchita da perle o pietre è meglio indossarla con un vestito da sera o elegante.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top